The Italian Jewish Network                            
-
Campeggio estivo a Suaze d'Oulx - per ragazzi - famiglie  .singles per tutti - info hbd@katamail.com

    בס״ד

Arrivederci al Campeggio estivo  Sauze d'Oulx
 
dal 2 al 21 agosto 2012

per info - hbd@katamail.com

Alcune foto

Nethanyau


Foto campeggio  precedenti 
Pensiero Ebraico - Purim

 

L'ironica sconfitta dell'antisemitismo.

 di Michele Cogoi

Un sorprendente parallelo tra la storia di Purim e il nazismo, per scoprire le radici antiche dell'antisemitismo moderno
In una limpida notte del 1924 a Landsberg am Lech, dove era imprigionato dal governo Bavarese, Adolph Hitler confidò a Rudolf Hess: “Sai, nutro un profondo odio per la luna. Ha un qualcosa che sa di morte, terribile e inumana. È come se esistesse ancor oggi nella luna un po’ di quel terrore che un dì mandò sulla terra. La odio!”

 

Notizie 

del Campeggio di Sauze

Il Tempio di Sauze

di G.D.

 

Non è un vero e proprio Tempio, ma di fatto lo è diventato. Stiamo parlando di Sauze d’Oulx (in Valle di Susa a 1509 metri d’altezza), dove ormai da più di dieci anni Meyer Piha e la sua numerosa famiglia organizzano un campeggio estivo per famiglie e per chi voglia assaporare una vera atmosfera ebraica.

Negli anni il campeggio è stato frequentato da milanesi e romani, ma anche israeliani, inglesi e francesi, desiderosi di conoscere le montagne del Piemonte ma anche di visitare le bellissime antiche sinagoghe che rendono la regione un unicum. L'estate 2011 ha segnato però nella vita del gruppo habad di Sauze un momento assai signi­ficativo, nel piccolo Beth Hakeneset chiamato Bet Reuven, allestito nella sala di un albergo di Sauze, è stato inaugurato l’Haron Hakodesh per collocarvi il Sefer Torà in uso durante il campeggio. Alcune famiglie di ebrei torinesi hanno contribuito a realizzarlo, con l’aiuto di Luigi Borgogno e Riccardo Levi, che hanno offerto la loro mano d’opera.

Di fronte a numerosi torinesi e milanesi giunti a Sauze per l’occasione, Rav Alberto Somekh, Rav Hillel Sermo­neta e Rav Giuseppe Momigliano hanno tenuto un limud sull’importanza del kapporet nel Mishkan e approfittato dell’occasione e della vicinanza di Elul per presentare anche il nuovo libro di Lizzi Labi Piha: Rosh Hashanà. Il Capodanno ebraico spiegato ai ragazzi.

L’inaugurazione dell’Haron ha rappresentato dunque un momento importante nella vita del campeggio ebraico di Sauze, che è diventato un appuntamento ormai consueto ed è un’occasione per chi vuole avvicinarsi al mondo ebraico lubavitch e vivere un’esperienza di vacanza, ma anche di studio, in un ambiente accogliente e allegro fatto di Torah e di gite in montagna, di lezioni e di eccellente cucina.

G.D.

 

Campeggio estivo  Sauze d'Oulx

"Il campeggio ebraico di Sauze D'Oulx".

A sentirlo non suona come una vacanza tutta relax ai Caraibi, o in una qualche località esotica.

"Campeggio"?, "Sauze D'Oulx"? Queste parole non vi dicono niente?

Bè.. per questo, cari lettori, ci sono qua io, pronta ad usare tutte le mie doti di scrittrice per spiegarvi il vero significato di questi concetti.

Nel bel mezzo della Valle Susa, in Piemonte, si trova un paesino tutto natura e riposo, circondato dalle cime di alte montagne, boschi e altre curiosità.

Sauze D'Oulx significa alzarsi al mattino e sentire il dolce cinguettio degli uccellini, significa uscire all'aperto e inspirare l'aria pura e fresca di montagna e... se unisci a tutto ciò il termine "campeggio", bè..allora questo è proprio il top!

La famiglia Piha, da dieci anni ormai, si occupa di organizzare questo campeggio per famiglie con tanta devozione.

Quello che desiderano, è di far passare al villeggiante una vacanza divertente e allo stesso tempo, di trasmettergli importanti valori alla base dell'ebraismo.

Un campeggio così non si trova ovunque…specialmente non in italia.                                                                È una sorte di “shlichut”  , per la quale vengono sacrificate tante forze ed energie.

Ed è proprio questo l’intento della fam. Piha, di creare qualcosa di nuovo, unico e speciale nel suo campo, di espandere l’ebraismo e aiutare quelle persone che ne cercano il significato in un modo piacevole e divertente.

I montanari che amano le gite e le passeggiate, "tutti insieme appassionatamente", con zaino in spalla e pranzo al sacco, partiranno di buon mattino per una entusiasmante escursione ad esplorare le misteriose montagne dei dintorni.

Gli amanti del sole invece, dopo una deliziosa spaghettata, potranno recarsi al laghetto a prendere quell' "abbronzatura perfetta" da mostrare agli amici al ritorno dalle vacanze. (Siamo tutti uguali!)

Le attrazioni per i ragazzi/bambini non mancano: tra cavalli, giardini ben attrezzati, "adventure village", il laghetto dei pesci e tante altre cose, anche loro arriveranno a cena stravolti.

Il tutto in un'atmosfera di ebraismo, "simchà"- gioia, e in buona compagnia!

I shiurim- lezioni di Torà, per chi è interessato, sono sempre a disposizione e spesso condotti da giovani rabbini entusiasti e vogliosi di trasmettere a chi vuole ricevere.

Nel corso degli anni, il campeggio, ha avuto l’onore di ospitare grandi rabbanim italiani e non, come Rav  Richetti,  Rav  Somekh,  Rav Gianfranco Disegni, Prof. Rabello  di Jerusalemme,   e molti altri, che hanno illuminato le nostre giornate con interessanti midrashim-racconti, interpretazioni della Torah e canti.

I Shabbat poi... e chi se li può scordare! Per i pasti si uniscono i tavoli e tra canti e discorsi, l'aria di "achdut"- unità e dello Shabbat è tangibile.

Cari amici, come dice il saggio cinese: "chi sa, non commette errori"...

ora voi sapete!

 vi aspettiamo numerosi...!

Curiosità
Lettere al direttore
Cervello & patatine
di V.O. Acik
   
Ecopass
che passione !
Me ne sono resa conto durante uno dei tanti ricevimenti che grazie a D-o rallegrano la nostra comunità: mangiamo troppo!!!     Caro direttore, se anche lei come me non è più proprio un giovinetto ricorderà bene il bollo, la tassa di circolazione che tanti anni fa gli italiani pagavano per poter utilizzare il proprio mezzo di trasporto, una tassa antipatica perché limitava l’esercizio e il godimento della proprietà.  M.Barrowns
Libri
 
6 anni con Rav Benchetrit
La foto curiosa
Sono trascorsi 5 anni dalla prima conferenza di Rav Benchetrit qui a Milano e il pubblico, ormai fedele e assiduo, torna a casa sempre un pò pensieroso, perché? Perché lo scopo dell'uomo non é solamente di acquisire delle conoscenze, ma di "divenire" in funzione di ciò che ha appreso....e queste lezioni effettuano in noi una rimessa in discussione personale al fine di gestire la nostra relazione con l'altro, mettono in rilievo alcuni punti e propongono degli obiettivi da raggiungere .... Il Dalai Lama ospite al seder di pesach, durante la cerimonia della pasqua ebraica.


  ultime copie...affrettatevi!

elal2.gif (3593 bytes)
soldi.gif (2860 bytes)
Gallery -foto
Sauze d'Oulx


Statistiche web e counter web